• Genova
  • Genova
    guida alle bellezze della Repubblica Marinara

Genova: visita alla città

In dialetto “ZENA”, è la città più grande della regione Liguria dai tempi della sua nascita ad oggi passando dai fasti di Genova Repubblica Marinara, vive e cresce in stretto connubio con il mare.

La sua forma urbana stretta e lunga la rende unica e speciale: Gli altri capoluoghi di provincia delle altre regioni Italiane sono di regola delle metropoli a pianta quadrata o rettangolare con la parte vecchia al centro ed estensioni chilometriche di abitazioni che arrivano fino alla periferia attraverso arterie principali che si diramano nelle varie direzione ed una rete di più o meno fitte di arterie secondarie.

Genova è stretta fra il mare  e le colline, questa caratteristica ha impedito a questa città di estendersi a dismisura verso i  quattro punti cardinali, si è quindi sviluppata verso ponente e verso levante così come l’intera regione Liguria, rende l’idea   un poeta del 900 che definiva la Liguria come  “scarsa lingua di terra che orla il mare”.
Da qui una città con un’unica arteria principale che và da ponente a Levante, duplicata con una strada sovrastante (soprelevata), che si dirama verso le colline. Per chi si muove a piedi oltre al buon servizio di autobus è presente un breve tratto di metropolitana,  funicolari , cremagliere ed ascensori per raggiungere la parte collinare della città ma soprattutto la ferrovia che grazie alle varie stazioni permette di spostarsi agevolmente dal centro alle zone periferiche.

Cosa si può visitare a Genova? Fra le varie possibilità vi indico tre itinerari ovvero il centro storico + l’acquario ; il giro dei forti; in giro per la città.

Il centro storico di Genova

Come raggiungere il centro di Genova dal Campeggio Mare Monti?
Si può raggiungere in trenta minuti con l’auto oppure in un’ora con il treno.
In auto percorrendo l’autostrada con uscita a Genova Ovest per posteggiare l’auto per tutto il giorno presso l’acquario o in uno dei parcheggi sotterranei del centro come il City park o il posteggio di Picapietra.
Al solito il mezzo di trasporto consigliato è il treno con partenza da Sestri Levante, arrivo a Genova Brignole e ripartenza da Genova Principe.

Arrivato a Genova Brignole si imbocca Via San Vincenzo, una via pedonale con molti negozi, al termine di questa arriverai nella porticata in Via XX Settembre: è la via dello shopping della città con numerosi negozi e marchi internazionali.
Proseguendo per Via XX con alle spalle via San Vincenzo arrivi in Piazza De Ferrari ed al Palazzo Ducale da qui inizia il giro nel centro storico della città.

Muovendo verso il Teatro Carlo Felice (in fronte al Palazzo Ducale) si percorre via XXV Aprile e si arriva in Piazza delle Fontane Marose e da lì Via Garibaldi dove si incrociano Palazzo Tursi, Palazzo Rosso, e Palazzo Bianco antiche dimore cinquecentesche dei nobili della città oggi adibite a museo.
Proseguendo per via Cairoli (continuazione di Via Garibaldi) si arrivi in largo della Zecca e da qui in via Lomellini dove si trova la casa natale di Giuseppe Mazzini, il Museo del Risorgimento e la chiesa di SS. Annunziata del Vastato.

La passeggiata prosegue con il girovagare nei caruggi sino ad arrivare in Piazza Caricamento dove troverai le storiche botteghe dei portici di Sottoripa e Palazzo San Giorgio.

Sei arrivato al Porto Antico, zona riqualificata nell’ultimo ventennio con la costruzione del famoso Acquario, di Galata Museo del Mare, la città del bambino ed un cinema multisala ospitato nei vecchi magazzini del cotone.

Prima di recarti al porto antico e dedicare due o tre ore alla visita dell’acquario, se non sei stanoi prendi via San Lorenzo è torna verso Piazza De Ferrari per visitare la Cattedrale di San Lorenzo; passeggiando fra i caruggi troverai la chiesa di San Matteo, la chiesa di San Luca; la torre degli Embriaci e arrivato in piazza Matteotti potrai ammirare l’altra faccia del Palazzo Ducale.

Terminato il giro nei caruggi si passa alla visita acquario, da non perdere. Per visitare tutte le strutture del porto antico: Galata Museo del Mare, la Biosfera, la Citta dei Bambini e dei Ragazzi, l’Acquario è consigliata la visita per una giornata intera.
Uscito dall’acquario imbocca via delle Fontane e da Piazza della Nunziata e prosegue per la suggestiva via Balbi sede dell’università e del Palazzo Reale e da qui arrivi a Genova Porta Principe, se ti resta ancora tempo dopo aver visto il Palazzo del Principe poco oltre la stazione di Principe fai un giro in via di Pre e in Via del Campo.

Altro da vedere

Se il centro storico di Genova ti ha affascinato potrai dedicare un’ulteriore giornata per visitare altre parti della città preferibilmente utilizzando la macchina o studiando prima di partire la rete di trasporti pubblici.

Prima cosa dà vedere il simbolo della città, ovvero la Lanterna, che si trova in prossimità del terminal Traghetti con uscita dall’autostrada a Genova Ovest.
Di che si tratta? La Lanterna è lo storico faro che dal 1100 o giù di lì guida i naviganti nel porto della città; oggi la Lanterna è inoltre un museo visitabile negli orari d’apertura.

Nella zona di ponente della città  in prossimità di Voltri và nominato il  parco della Villa Duchesa di Galliera dove vivono daini e caprette nane; proseguendo per Pegli si incontra Villa Pallavicini ed il Museo Archeologico e il Museo Navale.
Sopra Pegli svetta il Santuario di N.S. della Guardia.

Verso il levante la Fiera del Mare: punto fieristico della città che ospita manifestazioni come il salone nautico ed Euroflora.
A seguire verso levante il borgo di pescatori di Bocadasse poi lungo la litoranea Sturla, Quarto, Quinto e Nervi.

Per godere del panorama di Genova dall’alto puoi salire nei quartieri collinari: Il Belvedere Montaldo nella zona di Castelletto raggiungibile con il caratteristico ascensore di Piazza Portello.
Altro punto panoramico è il Belvedere di Righi al quale si accede con la funicolare di Largo della Zecca da qui la visita ai Forti di Genova.

I Forti di Genova

Delle antiche cinte murarie e fortificazioni che nei secoli hanno protetto Genova dagli attacchi dai moti nemici oggi resta poco; sono invece presenti alcune strutture che risalgono al 1700.
Per una documentazione storica sui forti ti invito a visitare www.forti-genova.com dove troverai che contiene una guida ricca e completa sul come visitarli.

  • Estate Trekking Cinque Terre Mare Sestri Levante