• Cinque Terre
  • Visita le Cinque Terre
    Camping Mare Monti è il punto di partenza ideale

Camping alle Cinque Terre

Guida ai sentieri e consigli per la tua vacanza in Camping alle Cinque Terre

Le Cinque Terre sono sicuramente il maggiore centro di attrattiva turistica di tutto il Levante Ligure, sono conosciute in tutto il mondo ed è sorprendente il numero di persone che tutti gli anni in svariati periodi le “prendono d’assalto”.

Per visitare le Cinque Terre non ti serve l’automobile, anzi è sconsigliata persino la moto: il modo migliore è utilizzare il treno ed un buon paio di scarpe.
Sestri Levante è uno dei punti di partenza migliori per visitare le Cinque Terre in treno.
Partendo dal Camping Mare Monti potrai scegliere se utilizzare la più vicina stazione di Trigoso o quella di Sestri Levante; dalla seconda sono disponibili un maggior numero di treni, di solito più veloci, la prima è più vicina potrai raggiungerla anche a piedi con una camminata di un chilometro, in discesa quando si parte ma in salita quando si torna…
Di fronte alla stazione di Trigoso è presente un posteggio gratuito che risulta sufficiente in bassa stagione ma congestionato in alta.
Partendo da Sestri Levante puoi posteggiare in località Cantine Mulinetti dove nei periodi di alta stagione è attivo il servizio posteggio + autobus a tariffe accessibili; oppure cercare un posteggio libero nella via dietro la stazione collegata alla stessa da un sottopassaggio.

Dal Campeggio Mare Monti in alcuni periodi dell’anno è attivo un comodo servizio di bus che porta sia alla stazione di Sestri Levante che a quella di Riva Tirgoso, per verificarne la disponibilità ti preghiamo di contattarci.
Un alternativa interessante anche se meno economica, ma sicuramente suggestiva, è quella del battello con partenza dal porto di Sestri Levante e con ritorno nello stesso o meglio con ritorno alla non lontana stazione ferroviaria.
Utilizzando il battello si riesce ad ammirare l’incantevole tratto di costa compreso fra Sestri Levante e Riomaggiore ed il ritorno in treno permette di scegliere sia l’orario del ritorno che l’itinerario preferito.
All’interno del parco delle Cinque Terre è comunque attivo un ulteriore servizio traghetti che permette di spostarsi da un paese all’altro e raggiungere Portovenere.

Da dove si inizia?

Non esiste una regola generale sul dove è meglio iniziare la visita, ma si possono azzardare dei consigli partendo da alcuni punti fermi:
La passeggiata sul sentiero azzurro, consigliato il tratto denominato Via dell’Amore (fra Riomaggiore e Manarola), costituisce il momento più affascinante della visita.
– Camminare sul sentiero Azzurro non è gratis! Ovvero il tratto a piedi fra Riomaggiore e Monterosso è a pagamento ed è necessario acquistare la Cinque Terre Card.
L’acquisto della card che include il treno od il battello è consigliata solo se si decide di non fare tratte a piedi.
– Esistono degli sconti se si comprano le card per più giorni.
– Partire al mattino da Riomaggiore vuol dire camminare con il sole dietro le spalle; partire al mattino da Monterosso vuol dire camminare con il sole di fronte; nei mesi caldi è sicuramente consigliato iniziare da Riomaggiore.
– La possibilità di utilizzare i biglietti Trenitalia per sei ore dalla timbratura salendo e scendendo dal treno che si muove in un’unica direzione (non si può andare avanti ed indietro) è alternativa spesso più economica della Cinque Terre Card treno.

Itinerari consigliati

Partenza da Sestri Levante o Riva Trigoso con il treno ed arrivo a Riomaggione.
L’arrivo a Riomaggiore non deve essere per forza all’alba, la giornata è lunga e faticosa, và benissimo arrivare con il treno dopo le 9.30.
Una volta superata la stazione ferroviaria di Manarola ti conviene alzarti e spostarti verso le porte perchè molto spesso il treno si ferma in galleria e non si vede la stazione di Riomaggiore con il rischio di non scendere e proseguire per La Spezia!
Una volta arrivato a Riomaggiore la prima cosa da fare è recarsi al locale ufficio informazioni per acquistare la Cinque Terre Card, con essa potrai utilizzare autobus, ascensori, percorrere i sentieri ed avere sconti nei negozi convenzionati.
Dopo una visita di una quarantina di minuti nel paese di Riomaggiore prosegui per Manarola seguendo la Via dell’Amore che puoi imboccare o dal mare o dalla stazione.
La Via dell’Amore è il sentiero più famoso delle Cinque Terre ed è percorribile in poco tempo (15/20 minuti) senza grosse difficoltà per raggiungere Monterosso.
Dedicati altri 40 minuti alla visita di Monterosso, puoi proseguire per Corniglia imboccando la via sul mare che assomiglia molto alla via dell’amore e che ne è di fatto la prosecuzione (Sentiero Azzurro ); in 30 minuti si arriva a Corniglia.
Corniglia differisce degli altri quattro in quanto non è a ridosso del mare, per raggiungerlo dovrai percorrere una gradinata molto lunga oppure prendere il piccolo autobus; una volta a Corniglia visitala in una trentina di minuti e poi riscendi verso la stazione per proseguire per Vernazza con il treno.
Il Sentiero Azzurro fra Corniglia e Vernazza e fra Vernazza e Monterosso è impegnativo, per questo motivo è consigliato il treno, per poter dedicare il resto della giornata alle visite di Vernazza e di Monterosso senza disdegnare la possibilità di un paio di bagni.

Arrivo in Prima mattina a Monterosso con l’intenzione di fare tutto a piedi

Se sei un buon camminatore e prediligi la camminata alla visita dei paesi ti consiglio di arrivare in prima mattina a Monterosso, vero è che si percorre il sentiero con il sole davanti, ma di prima mattina il sole non è così forte, in ogni caso meglio partire dal punto più impegnativo quando si è freschi la mattina ed arrivare quando si è più stanchi a percorrere il tratto più facile.
La camminata non è impossibile ma è sconsigliata ai bambini ed alle persone anziane e non allenate e da effettuare con scarpe adeguate ad una camminata sui sentieri.

Visita in due o più giorni

in modo da suddividere i tratti a piedi più impegnativi e magari proseguire anche in battello fino a Portovenere; con più tempo a disposizione ti consiglio di visitare la chiesa di San Francesco a Monterosso, la Parrocchiale di San Pietro a Corniglia, la Chiesa di San Giovanni Battista, l’Oratorio dei Disciplinati e Torre Guardiola in prossimità di Riomaggiore.
In alternativa al Sentiero Azzurro, per spostarsi fra i paesi, puoi percorrere i sentieri collinari maggiormente panoramici ma più lunghi ed impegnativi.

Altro da dire?

Fra i vari souvenir meritano menzione i vini come il tipico Sciacchetrà (vino liquoroso prodotto con uve passite), il Cinque Terre Bianco ed i Vermentini prodotti dalle cantine locali.
Sul meteo, se nei giorni precedenti la visita ha piovuto molto è opportuna una telefonata al parco prima di partire: i muri a secco, ancor oggi costruiti con le tecniche del passato sono soggetti a smottamento in caso di forti piogge, dopo violenti acquazzoni spesso i sentieri vengono chiusi per qualche giorno in modo da consentirne la manutenzione.
Sulle altre camminate: da menzionare l’Alta Via delle Cinque Terre che collega Portovenere a Levanto lunga circa 25 km; percorso impegnativo per camminatori esperti ma che può anche essere suddiviso in più tappe; questo sentiero parte al livello del mare per salire fino agli 800 metri per poi ridiscendere al livello del mare.
Ed ancora i sentieri per raggiungere i santuari delle Cinque Terre: 5 santuari uno per paese con 5 percorsi che partono dal paese fino al santuario.
Sono inoltre presenti itinerari specifici da fare a cavallo od in mountain bike.

  • Estate Trekking Cinque Terre Mare Sestri Levante